JKD Concept o Original – un po’ di storia di Luca Marinello

“Dopo la scomparsa di Bruce Lee le origini e la divulgazione del Jeet Kune Do”
Da ricordare subito che dopo la scomparsa del grande si jo Bruce Lee, solo pochi dei suoi allievi hanno continuato la pratica e soprattutto la divulgazione.

Da sottolineare Dan Inosanto, Richard Bustillo, Taky Kimura, Jesse Glover.
Solo Dan Inosanto e Richard Bustillo hanno fin da subito lavorato come insegnanti di Arti Marziali e per un periodo hanno anche lavorato insieme nella stessa palestra a Los Angeles –
Taky Kimura ( il piu’ grande e importante amico e assistente ) e Jesse Glover hanno invece continuato a insegnare le metodologie originarie di Bruce Lee .
Hanno continuato a divulgare il jeet kune do secondo quello che prettamente Bruce Lee ha insegnato a loro.

25 anni dopo la scomparsa di Bruce Lee, Linda ( moglie di Bruce Lee ) riorganizza tutti gli ex studenti di Bruce Lee riunendoli in una organizzazione chiamata NUCLEUS ( di cui presidente viene nominato Richard Bustillo ). Obiettivo della Nucleus: diffondere l’arte, lo spirito e le metodologie di combattimento di Bruce Lee nel mondo.

L ‘organizzazione Nucleus funziona molto bene nei primi momenti dalla sua nascita, ma poco qualche tempo Dan Inosanto prende le distanze soprattutto da coloro che all’interno del NUCLEUS dicono di possedere la vera via del JKD.

Un forte oppositore delle metodologie di Dan Inosanto fu Ted Wong ( altro studente di Bruce Lee, usato da lui spesso per le lo studio delle coreografie dei suoi film in quanto molto simile fisicamente ).

Da questo momento si creano due scuole di pensiero legate al mondo del JKD, una spinge verso i concetti, i principi cioe’ ti chiede di essere aperto a tutti gli stili di lotta, ( Dan Inosanto, Bustillo ) l’altra spinge per una divulgazione a modello “fotocopia”, cioe’ si limita a riportare gli insegnamenti originari di Bruce Lee quando era in vita e questa viene battezzata come Jun Fan Jeet Kune Do ( Ted Wong etc.. Nucleus ).

Questa contrapposizione si spinge agli eccessi in entrambe le fazioni, l’una si concentra troppo nel ricercare e accumulare molte tecniche, l’altra diventa molto chiusa in se’ stessa.
Linda decide quindi di riavvicinare Dan Inosanto ottenendo una chiara riappacificazione, ma ormai nel mondo si erano formate molte scuole di faziosita’ opposte e questo ha generato molta confusione.

A seguire gli eventi Richard Bustillo si dimette dalla carica di presidente della Nucleus in quanto da parte di molti altri allievi di Buce Lee non rispettavano gli accordi interni e volevano a loro volta creare lo loro indistinte scuole di JKD, mantenendo pero’ eccellenti rapporti con Dan Inosanto e con Taky Kimura oltre che naturalmente alla famiglia di Linda ( moglie di Bruce Lee )

In seguito la Nucleus divenne come una meteora che si frammento’ in mille pezzi dando vita a un ” ognuno fa per se’ ” cioe’ ogni ex studente di Bruce Lee si senti’ in qualche modo autorizzato a continuare nel percorso e soprattutto l’interesse economico mondiale ha fatto nascere decine di scuole anche non proprio delle migliori.

Io personalmente, Luca Marinello, ho avuto modo di diventare studente diretto di Richard Bustillo e Taky Kimura avendo cosi’ la possibilita’ di conoscere a fondo le diverse e differenti correnti tecniche e filosofiche legate a questo grande mito. Inoltre sono allenato anche da Dan Inosanto e altri membri del ex Nucleus creando in me’ una chiara visione di cosa e’ il Jeet Kune Do. RIEMPIRE UN BICCHIERE PER POI SVUOTARE IL NON UTILE, questo processo si puo’ attivare solo conoscendo tutte e due le correnti di pensiero.

Le origini e i concetti ecco perche’ di Jeet Kune Do NE ESISTE UNO SOLO! Formato di storia e di espressione personale.Il Jeet Kune Do oggi, viene troppo spesso venduto senza averne autorizzazione e questo danneggia chi ha una vera accademia internazionale.Purtroppo non essendoci un ente mondiale che coordina la divulgazione, molti sono gli improvvisati e molti sono gli studenti che finiscono da costoro.Per quanche strana ragione, vince il principio che la cosa piu’ importante e’ che in fondo se ne continui a parlare ( e forse il mito continuera’ in eterno) …noi non facciamo cose giuste o sbagliate, ma semplicemente quello che e’ necessario !”Luca Marinello 30/03/2009

Per continuare ad utilizzare questo sito, devi accettare l'uso dei cookies. Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi